Gnocchi fatti in casa: una pratica guida

Ingredienti per 4 porzioni
  • 1 kg di patate
  • 1 uovo
  • 1 cucchiai/o di sale
  • 100 g di farina

1. Gli gnocchi: curiosità

2. 10 consigli per la preparazione degli gnocchi

3. Gnocchi con o senza uova

4. Gnocchi con scanalature o senza?

5. La ricetta passo per passo

Gli gnocchi sono un classico della cucina italiana: sicuramente perché si adattano a ogni tipo di condimento, pesto, sugo di pomodoro o semplicemente burro e salvia, ma anche ragù di carne o pesce… e poi, proprio perchè sono così buoni, li apprezzano praticamente tutti. O conoscete qualcuno a cui non piacciono?? E, in più, si cucinano in un batter d’occhio. Ma sicuramente lo sapete anche voi, fatti in casa sono ancora più buoni.

Ovviamente non si ha sempre il tempo di prepararli, soprattutto se dopo una faticosa giornata di lavoro si torna con una fame da lupi, non certo diletta l’idea di preparare gli gnocchi freschi! Se però la domenica siete ispirati a fare qualcosa di nuovo e goloso, la preparazione degli gnocchi freschi può essere una vera e propria attività ricreativa. Certo richiede un po’ di tempo, ma non è un’impresa impossibile. A fine lavoro vedrete che risultato e vi dimenticherete di tutti gli sforzi e della farina sparsa per tutta la casa! Ancora più divertente, se si è in tanti a prepararli.

Ed ora che vi abbiamo convinti a farli in casa… Ecco i nostri consigli per preparare degli gnocchi perfetti!

1. Gli gnocchi: curiosità

Gli gnocchi di per sè sono molto semplici da preparare. Sono l’ideale per saziare tanti ospiti, senza che sia necesssaria una grande quantità di ingredienti costosi. Esistono tre tipi diversi di gnocchi, “gnocchi di patate”, “gnocchi alla romana”, di semola di grano duro, e “gnocchi parisienne”, di pasta sfoglia. I più comuni sono gli gnocchi di patate, originari del nord Italia.
Ma ci sono anche tante alternative, come gli gnocchi di cavolfiore, di ricotta e spinaci o di zucca.

2. 10 consigli per la preparazione dei vostri gnocchi

  • Perché riescano al meglio, vi consigliamo di utilizzare patate molto farinose. Quando comprate le patate non prendete quelle novelle, in quanto contengono ancora troppi liquidi. Più acqua contiene la patata e più farina dovrete aggiungere successivamente, con l’effetto che il vostro impasto diventa più denso e di conseguenza papposo e appicicoso. Ovviamente al supermercato non è sempre facile riconoscere quanto siano fresche le patate, per cui conviene comprarle il giorno prima di preparare gli gnocchi. Più le patate sono mature e più i gnocchi saranno soffici.
  • L’impasto per gli gnocchi riesce particolarmente bene se mettete le patate con la pelle in forno a 200 °C per un’ora. In questo modo otterrete una consistenza farinosa e secca in quanto perdono ¼ dei liquidi. Consigliamo di non appoggiare le patate direttamente sulla teglia, in quanto il contatto con il metallo le potrebbe bruciare. Potete ad esempio metterle su uno strato spesso di sale o su una griglia per torte. Se avete meno tempo potete anche bollire le patate in una pentola grande con abbondante acqua salata per ca. 20 minuti. Considerate però che in questo caso l’impasto diventa leggermente più umido.
  • Cuocete le patate sempre con la pelle: questo fa sì che non assorbano troppa acqua e otterrete un impasto più asciutto. Quando scolate le patate cercate di eliminare tutta l’acqua. In generale vale la regola che più sono asciutte e meglio è. Se doveste notare che l’impasto è troppo umido, strizzatelo con un panno da cucina.
  • Infarinate le mani sempre con un po’ di amido, in questo modo l’impasto non si attacca alle mani.
  • Non impastate troppo: cercate di ottenere un impasto soffice e omogeneo, che non si sbriciola (massimo 5 minuti). Mentre impastate e srotolate l’impasto dovete veramente far attenzione a non esercitare troppa pressione. Mentre l’impasto per il pane si piega, si preme e si tira un’inifinità di volte, per l’impasto per gnocchi tutto ciò fa fatto il meno possibile e solo quanto basta. Una volta aggiunti farina e uovo, lavorate inizialmente l’impasto con una forchetta e poi continuate con le mani.
  • Vi conviene utilizzare l’impasto appena lo preparate, in quanto se lo tenete troppo da parte diventa mollo e difficile da formare.
  • Infarinate gli gnocchi pronti, altrimenti diventano appiccicosi.
  • Non aspettate più di 45 minuti per cuocerli, altrimenti gli gnocchi perdono la loro consistenza.
  • Scolateli dalla pentola non appena salgono a galla. Soltanto 30 secondi di troppo potrebbero alterarne la forma.
  • In alternativa potete congelarli: prima di tutto metteteli su un piatto o vassoio ampio, di modo che tra di loro ci sia spazio. Poneteli in freezer per 1-2 ore, in questo modo evitate di ritrovarvi troppo impasto. Dopo potete inserirli in un sacchetto di plastica e tenerli in freezer fino a 2 mesi.

Ora che abbiamo elencato qualche curiosità, siamo pronti ad iniziare?
Non ancora. Ci sono ancora delle domande di base da chiarire.

3. Gnocchi con o senza uova?

Se avete scelto di seguire una dieta vegana ovviamente questa domanda non vi si pone. Ci sono comunque diversi punti di vista. L’impasto con l’uovo è più omogeneo, più facile da lavorare e dopo la cottura gli gnocchi conservano la loro forma, d’altra parte l’uovo li rende anche più solidi e meno morbidi come invece l’impasto senza. Vi consigliamo all’inizio di usare l’uovo e appena acquisite più praticità, non aggiungerlo più.

4. Gnocchi con o senza scanalature?

Le scanalature degli gnocchi servono per assorbire meglio i sughi, anche se non ci dovrebbe essere una grande differenza. In fin dei conti potete fare come preferite e aggiungere le scanalature o lasciarli lisci.

5. La ricetta passo per passo

Preparare gli gnocchi è estremamente economico. Vi servono, infatti, soltanto questi ingredienti:

  • 1 kg di patate
  • 1 uovo (misura L)
  • 1 cucchiaio di sale
  • 100 g di farina

Per la preparazione avete bisogno di:

  • 1 pentola grande
  • 1 padella grande
  • 1 forchetta
  • 1 ciotola grande
  • 1 superficie da lavoro pulita
  • 1 mestolo
  • 1 schiacciapatate
1
Disponete le patate su uno strato spesso di sale o una griglia fine,  sistematele sulla teglia e infornatele per 50-60 minuti a 200 °C. Dopo vi conviene lasciarle raffreddare per 10 minuti per evitare di ustionarvi.
2
Appena raffreddate, avvolgetele in un panno (in alternativa potete utilizare carta da cucina). Potete pelare le patate semplicemente sfregandole con il panno oppure utilizzate un coltellino.
3
Con uno schiacciapatate formate un impasto, eliminando gli eventuali grumi. Fate attenzione a non lavorare troppo l’impasto perchè poi diventa troppo umido e appiccicoso.
4
Una volta sminuzzate le patate, aggiungete il sale, l’uovo e 50 g di farina. Quale farina utilizzare non ha importanza. La cosa migliore è impastare grossolanamente tutto con le mani. Infarinate la superficie da lavora con abbondante farina e distribuitevi le patate schiacciate. Poi lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto soffice. Se l’impasto dovesse essere troppo appiccicoso o troppo umido, aggiungete altra farina
5
E ora potete iniziare: dividete l’impasto in quattro parti e queste a loro volta in altre quattro. Dalle 16 piccole palline formate di ciascuno un rotolo spesso 2 cm. A seconda dei vostri gusti potete spianarlo in modo più sottile o spesso.
6
Ora dal rotolo tagliate pezzi spessi 1-2 cm e cospargeteli di farina.
7
Con la forchetta incidete la tipica scanalatura degli gnocchi.
8
Ora è una questione di timing! Portate ad ebollizione dell’acqua salata in una pentola grande. Con cautela immergete gli gnocchi fino a farli toccare il fondo. Non appena salgono in superficie (dopo ca. 2 minuti), estraeteli con un mestolo. Se cucinate per quattro o più persone porzionateli e cucinateli volta per volta. Scolate gli gnocchi in modo che perdano tutta l'acqua.
9
Infine potete aggiungere il sugo che preferite o metterli in padella e rosolarli con un po’ di olio d’oliva fino a quando non sono dorati. Ed ora non ci sono più limiti, buon appettito!
Torna su

Jetzt in deinem Konto anmelden

  • Bitte gib eine gültige E-Mail-Adresse ein

  • Bitte gib dein Passwort an


  • Passwort vergessen?

Bist du neu bei Springlane?

Hier registrieren, um folgende Vorteile zu genießen:

  • Einfacher Bestellvorgang
  • Lieblingsartikel merken
  • Bestellungen im Überblick
  • Artikel bewerten
  • Keine Angebote verpassen
Hier registrieren

Registriere dich jetzt bei Springlane

  • Bitte gib eine gültige E-Mail-Adresse ein

  • Bitte gib dein Passwort an Das angegebene Passwort ist zu kurz (min. 6 Zeichen) Passwörter stimmen nicht überein!

  • Bitte wiederhole dein Passwort Das angegebene Passwort ist zu kurz (min. 6 Zeichen) Passwörter stimmen nicht überein!

Leider sind nicht alle Eingaben vollständig bzw. korrekt. Bitte korrigiere die markierten Felder und klicke hier erneut.

Ich habe bereits ein Springlane-Konto

Hier anmelden
Torna su